Prima di arrivare a Cusco ho cercato informazioni nel magico mondo del world wide web su come raggiungere Machu Picchu nel modo più economico possibile e senza aver prenotato nulla in anticipo. Mi sono onestamente depressa pensando quasi di dover rinunciare. Sembra che raggiungere le incredibili rovine Inka senza spendere una fortuna sia più misterioso del perché le abbiano costruite proprio lì. Anche i blogger più alternativi parlano solo di “Inka trail” (una camminata di 4 giorni dal costo di 500/600$ che deve essere prenotata mesi in anticipo) o del treno (prezzi variano dai 60$ ai 300$ per persona solo andata o con perùrail o con inkarail)


ANDARE E TORNARE PER MENO DI 100$

Ebbene ho il piacere di svelarvi che invece andare e tornare spendendo meno di 100$ e senza aver prenotato un tubo in anticipo è assolutamente fattibile e ora vi spiego come!

Dunque nel mio caso sono arrivata stremata a Cusco da Lima dopo 22 ore di autobus verso le 5 del pomeriggio.  Prendo un taxi per raggiungere il centro. Inizio a far quattro chiacchiere con l’autista chiedendogli un po’ quale sia la situazione reale per andare a visitare il sito Inka. Ha un’agenzia di viaggio (penso tutti a Cusco abbiano un’agenzia di viaggio) e mi dice che potrei tranquillamente partire la mattina successiva, spendere una notte fuori e tornare, per soli 300 soles -90$- inclusa l’entrata del parco, trasporto, una notte in albergo, colazione, pranzo e cena. (solo il biglietto d’entrata costa 47$).

Non prenoto immediatamente ma mi sembra già un’ottima opzione e informandomi mi rendo conto che diverse agenzie offrono lo stesso “pacchetto” per circa la stessa cifra. Come mai così poco?


DA CUSCO AD AGUAS CALIENTES: IL TRUCCO É NON PRENDERE IL TRENO

Fondamentalmente tutti partono da Cusco per andare a Machu Picchu, quando in realtà è Aguas Calientes il punto di partenza per la cima della montagna, ed è QUASI raggiungibile in autobus.  Gli autobus in Perù sono il metodo di trasporto prediletto dai peruviani mentre i treni sono stati fondamentalmente costruiti per noi turisti. Ecco perché arrivandoci in autobus si risparmiano almeno 2/3 di quanto avremmo speso altrimenti.

Dico QUASI raggiungibile in autobus perché l’autobus (costo di 35 soles- circa 10€ solo andata da Cusco -6/7 ore di viaggio tra picchi di oltre 4000 metri) ti porta solo fino a quella che loro identificano come “idroelettrica” dove finisce la strada ed è necessario proseguire a piedi. Dall’idroettrica a Aguas Caliente (conosciuta anche come: Machu Picchu Pueblo) ci sono 2.30h. di splendido cammino accanto alle rotaie del treno in una lussureggiante valle solcata da un fiume cristallino. ATTENZIONE: RICOPRITEVI DI REPELLENTE PERCHÈ È PIENO DI PICCOLI INSETTI VIZIOSI GOLOSISSIMI DI SANGUE GRINGO!

Raccomando il cammino essendo veramente bello e facile (seguendo le rotaie del treno è praticamente tutto in pianura, a parte due rampe di scale all’inizio). È impossibile perdersi dato che costeggia le rotaie quasi fino ad Aguas Calientes quando il treno entrerà in un paio di gallerie e invece noi proseguiremo su una strada alternativa indicata molto chiaramente. 

Aguas Calientes è un paesino (con delle penosissime acque termali) che vive di turismo e non avrete alcun problema a trovare ristoranti e alloggiamento. (La maggior parte dei ristoranti offrono un menù turistico di 2/3 portate per 15/20 soles a persona -5/7€ e per dormire una matrimoniale parte dai 40 soles- 12 €)


MACHU PICCHU

Il biglietto d’ingesso alle rovine lo si può compare di persona sia ad Aguas Calientes che direttamente all’entrata del sito e il prezzo standard è di 47$ a persona. (apparentemente se si va da Giugno a Settembre sarebbe meglio comprarli in anticipo dato che l’UNESCO ha imposto (giustamente, credo) il numero massimo di entrate a 2500 persone al giorno)

Ma ora inizia il bello…Se  Aguas Calientes si trova in fondo alla valle scavata dall’Urobamba, Machu Picchu è sulla cresta della montagna e se si vogliono risparmiare anche i 24$ di autobus (magari anche dimostrando di non essere necessariamente a favore della costruzione di strade in mezzo alle rovine che deturpano il paesaggio e portano flotte di autobus inquinanti al villaggio nel cielo- date che se tutti ci andassero a piedi la strada non avrebbe ragione di esistere.) che ti portano all’ingresso basta andare sù a piedi!

Non ho contato esattamente i gradini per risalire ma ci sono esattamente 400 mt. di dislivello. Partendo da Aguas Caliente ci vuole mezz’ora (in discesa) per arrivare alla base della salita e poi un’altra ora per arrivare in cima. I biglietti d’ingresso vendono venduti con le fasce orarie d’entrata ma non di uscita quindi basta entrare in tempo e poi si può uscire quando si è completamente soddisfatti. Se si preferisce un tour guidato ci sono molte guide a pagamento disponibili all’entrata.

Secondo me per vedere tutto con la dovuta calma è necessario spendere 2 notti ad Aguas Calientes in modo da poter spendere la giornata intera visitando l’antica città costruita dal primo imparatore Inka Pachacutec, per poi tornare con calma il giorno successivo a Cusco. I biglietti dell’autobus per tornare a Cusco si possono tranquillamente acquistare una volta ripercorsa la camminata ai lati delle rotaie alla “Idroelettrica”.


Tirando le somme

FAI DA TE:

  • ingresso a Machu Picchu: 47$
  • autobus andata e ritorno da Cusco a Idroelettrico: 21$
  • Totale 68$ (senza cibo e alloggio)

PACCHETTO:

  • 1 notte in albergo,
  • 1 pranzo
  • 1 cena 
  • 1 colazione
  • Guida (in spagnolo o inglese) per visitare il sito archeologico.
  • Totale: 90$

Tutto considerato credo che alla fine convenga prendere il pacchetto e chiedere però di poter prendere l’autobus di ritorno il giorno successivo in modo da poter spendere la giornata intera a Macchu Picchu e organizzarsi da soli la notte in più. (Se viaggiate con la tenda c’è un camping meraviglioso alla base della salita!)

L’agenzia che ho usato per prenotare alla fine è stata quella del simpatico taxista conosciuto appena arrivata, se v’interessa il suo nome è Artur, lo trovate su whatsapp al numero: +51969791828 e l’agenzia della sua famiglia si chiama “Berni Viajes Y Turismo”, URB. Lucrepata d-8, CUSCO

Hai la scimmia del viaggio?

Ottimo! a presto amico!